Progettato dal Comune di Formigine, programmato dalla regione Emilia Romagna nel 2016, finanziato interamente dall’Unione Europea con circa 5,5 milioni di euro, parte a breve il bando di gara per la realizzazione della Tangenziale Sud di Formigine: meno camion in centro, tante emissioni di CO2 risparmiate grazie a percorsi più brevi, piantumazioni e opere di mitigazione e miglioramento ambientale per dimostrare che lo sviluppo non è alternativo alla tutela dell’ambiente, ma che possono e devono andare di pari passo! Nuova linfa allo sviluppo imprenditoriale e al lavoro per Formigine!

I contenuti progettuali sono rimasti gli stessi del progetto definitivo, già approvato nel marzo del 2018. Si tratta di una strada a una corsia per senso di marcia, della lunghezza complessiva di circa 1,3 chilometri e classificata secondo le norme del Codice della Strada come extraurbana secondaria, di categoria C1. Si presume che i lavori verranno aggiudicati entro l’inizio dell’estate. La durata del cantiere sarà di circa 14 mesi.

Il progetto prevede la realizzazione di una rotatoria di circa 45 metri di diametro, all’intersezione tra via Prampolini e via Ghiarola, un tratto stradale “in trincea”, cioè più basso rispetto al piano di campagna, un sottopasso ferroviario idoneo anche al transito di mezzi pesanti e il collegamento con la rotatoria già presente a Ponte Fossa. Particolare attenzione è stata posta alle soluzioni progettuali dedicate all’inserimento paesaggistico ambientale e alla mobilità ciclabile. L’opera infatti, lungo tutto il suo tracciato, sarà dotata di collinette e barriere antirumore ai lati della carreggiata, varchi ecologici per il passaggio della fauna selvatica e soprattutto una pista ciclopedonale in sede propria, che collegherà via Sassuolo con via Ghiarola. Fa parte delle opere di completamento la piantumazione di alberi e siepi, per la rinaturalizzazione delle aree residuali.